Vai al corso “Educa il tuo cane”

Cane non vuole uscire di casa

Decidere di vivere la propria vita con un cane, vuol dire assumersi delle responsabilità, dedicargli tempo e attenzioni. Fra i tanti doveri di un buon proprietario c’è quello di portarlo a spasso seguendo degli orari prestabiliti. Il cane ha un ottimo orologio biologico e memorizza facilmente gli orari.

Come comportarsi quando il cane non vuole uscire di casaA volte però può capitare che Fido non è molto propenso a uscire, mostrando dei chiari segni di disinteresse. In tal caso il proprietario deve capire quale sia la causa e incoraggiarlo. Può farlo utilizzando dei premi come il suo biscotto preferito o il suo gioco di sempre. Se ad esempio adora una pantofola o una pallina in particolare, provate con quella.

Se quando prendi il guinzaglio per la solita passeggiata quotidiana, il cane invece di essere entusiasta si sdraia a terra e non vuole saperne nulla, è fondamentale cercare di capire quale sia il problema.

Di solito tutti i cani adorano uscire, poter passare un po’ di tempo all’aria aperta correndo e incontrando i lori amici è il massimo. Per la maggior parte dei cani è così, soprattutto per quelli che vivono in appartamento.

Nel momento in cui non vuole saperne di mettere il muso fuori dalla porta, si terrorizza alla sola vista delle scale, bisogna fermarsi un attimo. Il cane con questo comportamento ti vuole comunicare che qualche situazione lo turba, quindi preferisce restare tra le mura domestiche che certamente lo proteggeranno.

Sicuramente reagire forzando l’animale, arrabbiandosi mettendogli il guinzaglio contro voglia e tirarlo non porta a nulla di buono, anzi nella maggior parte dei casi le cose peggioreranno. L’unico modo per affrontare il problema è capire la causa.

Se si tratta di un cucciolo, il problema potrebbe essere un semplice terrore del mondo esterno, essendo comunque abituato a vivere in casa, non ha molta familiarità con ciò che lo circonda. Molti padroni non fanno uscire il cucciolo se non ha terminato il ciclo di vaccinazioni. In questo modo il cucciolo sarà terrorizzato dai rumori di strada o dagli altri cani.

Anche se si pensa di fare la cosa giusta, proteggendo Fido da possibili malattie, s’impedisce che avvenga una corretta socializzazione con i suoi simili. Sono proprio i primi mesi di vita che formeranno il carattere e andranno a influire in futuro sul rapporto con le persone e i suoi simili.

Se invece il problema si pone nel cane adulto, specialmente se adottato da poco da un canile, la causa potrebbe risiedere nel terrore di essere abbandonato. Ovviamente non capisce che si tratta di una passeggiata e poi si torna a casa insieme! Ricordate che il cane ha una memoria indelebile.

Bisogna avere pazienza per risolvere il problema, essere dolci e gentili è l’unico modo. Insieme a queste due qualità però bisogna adottare degli stratagemmi. Uno di questi può essere quello di dare al cane dei biscottini premio, nel caso in cui Fido sia un golosone. Prima si prefissano delle tappe e al raggiungimento di queste si premia il cane.

Oltre al cibo possono essere considerati premi per il cane anche altri elementi come il giochino preferito. Per instaurare fiducia dovrai mostrare il gioco, e tenendolo sempre ben visibile tirare molto delicatamente il guinzaglio. Fido preso dall’entusiasmo, si alzerà di scatto senza pensarci due volte.

Ricorda si non alzare mai la voce, di strattonare il cane o di incutergli altra paura picchiandolo. Tutte queste mosse sono controproducenti che porteranno certamente ad altre problematiche comportamentali da parte del tuo compagno di vita. Tieni a mente inoltre che ogni cane ha un carattere diverso e ognuno richiede i suoi tempi.

Vedi anche come giocare con il cane e cane che tira a guinzaglio.

Video lezioni per educare il tuo cane in casa oggi

Scopri adesso le nostre 24 video lezioni per educare il cane in modo semplice, economico e direttamente in casa tua: clicca qui per scoprire tutto.