Vai al corso “Educa il tuo cane”

Pane al cane

Moltissime sono le domande ed i dubbi che molti padroni hanno specie quando si ha a che fare con l’alimentazione del proprio animale domestico, cercando di non sbagliare nulla e mirare sempre alla scelta di cane mangia paneprodotti genuini e di prima qualità affinché il nostro amico a quattro zampe cresca nel miglior modo possibile.

La domanda ricorrente è soprattutto questa: “Posso dare il pane al mio cane?” si chiedono esasperati molti padroni alquanto preoccupati.

In realtà a questa domanda non c’è una risposta precisa perché sarebbe più che altro un ‘NI’ che diventa specialmente ‘no’ nella tenera età del cane, quando ancora si sta formando la sua crescita fisica e intellettiva e c’è bisogno di alimenti in grado di favorirne il valore energico e nutrizionale necessario.

Inoltre se siamo tentate a dare pezzi di pane al nostro cucciolo che ci scodinzola intorno mentre prepariamo la cena, sapendo però che la sua dieta è a base di crocchette, potremmo andare a creare uno stravolgimento di base e portare delle conseguenze fastidiose come per esempio problematiche gastrointestinali.

In generale sarebbe utile sempre sentire il parere del proprio veterinario per capire se si sta sbagliando o meno nell’alimentazione del nostro amico a quattro zampe.

Di certo il discorso del pane ai cani è molto simile a quello dei dolci: è possibile dare questo alimento ai nostri fedeli amici ma ovviamente in quantità ridotte perché il vero problema non è il prodotto in sé, quanto più l’eccesso soprattutto per il suo apporto di carboidrati, soprattutto se i nostri amici pelosi tendono all’obesità e se il nostro cane è già bello in sovrappeso non si deve sgarrare per nessun motivo dalla dieta che sta seguendo.

Ultimo aggiornamento: 2024-06-08


Certo che cedere alla tentazione di dare un ‘pezzettino di pane’ al nostro cane domestico è davvero difficile ecco quindi come fare ma tenendo sempre conto, in maniera fondamentale, della salute del nostro amato cane.

Prima di tutto è fondamentale fare una distinzione tra pane fresco e pane secco. Il pane secco è sconsigliato ai cani ai quali fa malissimo per via della lievitazione e fermentazione nell’intestino che può favorire  la formazione di gas e portare ad episodi di aerofagia.

Discorso diverso invece avviene con il pane duro che può essere dato al nostro Fido con maggiore tranquillità e sempre in dosi moderate.

La funzionalità del pane da dare ai nostri animali è diversa. Potremmo decidere di dare il pane secco come coadiuvante per la pulizia orale: forse l’aspetto più importante, quello di aiutare nella pulizia dei denti quindi dargli un tozzo di pane secco una volta a settimana può essere davvero di ottimo aiuto per l’igiene orale del nostro amico a quattro zampe.

Possiamo utilizzare il pane come premio e quindi come una sorta di conquista. Significa quindi che tutti quelli che amano i loro cani possono utilizzare un tozzo di pane secco potrebbe essere un buon modo – del tutto naturale – di premiarli.

Infine il padrone può utilizzare il tozzo di pane duro anche con finalità di intrattenimento. Così l’aspetto ludico diventa fondamentale e il pane diventa per il nostro cane un momento di divertimento o comunque può trasformarsi in un passatempo per Fido, dal momento che potrebbe trascorrere del tempo a rosicchiarlo e a consumarlo.

Insomma escludere il pane in toto non fa bene anche perché diventa per il cane un momento di divertimento e di pulizia orale.

L’importante diventa quello di fornire solo pane secco perché quello fresco può portare problemi gastrointestinali e favorisce l’obesità. In quel caso, quindi, si rischia per la salute del nostro cane a 4 zampe  incorrendo in problemi di obesità canina che possono portare conseguenze anche peggiori.

Video lezioni per educare il tuo cane in casa oggi

Scopri adesso le nostre 24 video lezioni per educare il cane in modo semplice, economico e direttamente in casa tua: clicca qui per scoprire tutto.